Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4

Cattolica a Teatro: gli spettacoli di Gennaio e Febbraio

peppe servillo

Cosa c’è di più bello, durante l’inverno, di trascorrere una piacevole serata a teatro? Difficile non trovare qualcosa di interessante nel cartellone del Teatro della Regina di Cattolica, dei prossimi mesi.

A Gennaio e Febbraio si terranno alcuni spettacoli da non perdere! Ecco quali sono i più interessanti, secondo noi:

Pensieri e parole

Il 25 Gennaio, Peppe Servillo, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Furio Di Castri, Rita Marcotulli e Mattia Barbieri porteranno in scena un omaggio a Lucio Battisti. L’aspetto inedito è che ad esplorare il mondo di uno dei più importanti interpreti della canzone italiana saranno cinque grandi musicisti jazz. Se anche voi non vedete l’ora di compiere questo viaggio musicale, non vi resta che prenotare il vostro posto a teatro.

Sorelle Materassi

Sempre a Gennaio, il 30 questa volta, alle 21.15 al Teatro della Regina andrà in scena lo spettacolo Sorelle Materassi, con Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati. Si tratta dell’adattamento del capolavoro di Palazzeschi, ad opera di Ugo Chiti.

La storia è ambientata nel XX secolo, e le protagoniste, le Sorelle Materassi appunto, vedono la propria quotidianità stravolta dall’arrivo dell’irrequieto nipote Remo. Le tre donne stravedono per lui e assecondano ogni suo capriccio, fino a che non sono costrette a mettere mano all’eredità del padre. Come finirà?

Romeo Y Julieta Tango

Se vi piace il tango, questo spettacolo è da non perdere. Luciano Padovani e la compagnia Naturalis Labor porteranno in scena, il 25 di Febbraio a Cattolica, un omaggio a William Shakespeare, Romeo y Julieta Tango. La tragedia inglese e il repertorio musicale argentino, sarà eseguito dal vivo e comprende Piazzolla, Speranza, Calo, Mores, Quartango, Rachel’s, Sollima, Purcell, Westhoff. Tutti questi elementi, insieme, renderanno la storia che tutti noi conosciamo ancora più speciale.

E voi, quale andrete a vedere?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *