Marzo e Aprile: gli spettacoli del Teatro della Regina

Marzo e Aprile saranno altri due mesi caldi, per chi ama lo spettacolo.
Al Teatro della Regina di Cattolica, il 4 Marzo andranno in scena i Miserabili di Victor Hugo, nell’adattamento di Luca Doninelli, con Franco Branciaroli. Uno dei romanzo più importanti della letteratura mondiale, ben 1500 pagine che verranno portate sul palcoscenico in una versione davvero inedita e interessante. I Miserabili parla agli uomini di ogni epoca, toccando i grandi temi universali: dignità, dolore, misericordia, giustizia, redenzione. Branciaroli vestirà i panni del protagonista, Jean Valjean. L’attore definisce il suo personaggio “uno strano santo, una figura angelico-faustiana. Il ritratto di un’umanità che forse deve ancora venire”.
Lo spettacolo andrà in scena alle 21.15.

Si continua poi con le risate di Paolo Migone, il 22 Marzo. Il comico porterà al Teatro della Regina lo spettacolo “Beethoven non è un cane”, con una messa in scena davvero originale. Pensate che dietro al sipario ci sarà anche un dj di musica classica. Sul palco invece un pazzo con cuffia alle orecchie e l’occhio spiritato riesumerà una musica classica ancora viva. Vi farà ridere con aneddoti sulle famiglie dei grandi compositori e parlerà dei loro amori, delle loro passioni e dei loro drammi, del rapporto complicato che avevano col potere, con l’annoiata committenza della Chiesa e della Nobiltà. Non perdetevelo!

Il 5 Aprile si continua con la musica, e con l’omaggio a Fabrizio De André: “Fabrizio De Andrè le donne e altre storie“. Il focus dello spettacolo saranno le canzoni e la poetica del grande cantautore genovese, soprattutto quelle dedicate alle donne. Tutte. A quelle che volano, che piangono. Sono sette i musicisti che hanno scelto di partecipare ad un progetto-omaggio a Faber: Cristina Donà, Rita Marcotulli, Enzo Pietropaoli, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Saverio Lanza e Cristiano Calcagnile.

E voi, parteciperete?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *